Front End Developer Roadmap 2022
Ultimo aggiornamento 07/07/22

Il Front End Developer Roadmap 2022

Scopri in questo Front End Developer Roadmap le librerie, i frameworks e i linguaggi di programmazione che un Front End Developer deve conoscere nel 2022.

Tempo di lettura: 17'

Piace a 4 persone

In questo articolo andremo a scoprire qual è il Front End Developer Roadmap per il 2022, ovvero la lista delle tecnologie e delle conoscenze richieste a un Front End Developer per quest'anno.

Se sei capitato in questa pagina sarai interessato nel diventare Front End Developer o magari vuoi migliorare il tuo livello per quest'anno. Nel caso invece tu non sapessi cos'è un Front End Developer, ti consiglio di leggere l'articolo nel quale parlo di cosa fa un Front End Developer.

Tuttavia, avrai notato che diventare un Front End Developer nel 2022 non è poi così semplice. Non c'è una cammino ben definito e molte volte ti puoi sentire perso per le tante librerie e frameworks disponibili sul mercato. Non ti biasimo, caro lettore.

Di conseguenza, ho deciso di pubblicare un percorso costellato da una serie di suggerimenti per aiutarti a trovare la strada più corretta e attuale per diventare Front End Developer. Per questo oggi ti introduco il Front End Roadmap aggiornato al 2022.

Se sei pronto, inizierei la lettura con la definizione di Front End Roadmap affinché possa aiutarti a capire meglio qual è l'obbiettivo di questo articolo. Fatte queste premesse, direi di iniziare!

Cos'è il Front End Developer Roadmap?

Nell'articolo precedente abbiamo parlato di cosa sono i Web Components e li ho introdotti come una nuova soluzione che sta avendo tanto successo, a disposizione di un Front End Developer per costruire delle pagine web in maniera più efficiente. E come puoi constatare non è la prima e nemmeno l'ultima. Il mercato delle tecnologie web è molto dinamico e attivo, e c'è sempre un nuovo strumento che vuole risaltare più degli altri. Per questo, iniziare la carriera come Front End Developer da autodidatta si può rivelare una vera sfida.

Quindi il Front End Developer Roadmap è un percorso che ti aiuta a comprendere quali sono le tecnologie e le conoscenze più richieste a un Front End Developer in uno specifico anno.

Come hai appena letto non esisterà un Front End Developer Roadmap fisso perché il mercato si aggiornano e cambiano i requisiti di un Front End Developer. Infatti, un Front End Developer Roadmap non è solo composto da HTML, CSS e JavaScript. Ci sono molte più abilità e strumenti richiesti che bisognerebbe aggiungere alla lista. Diventare un Front End Developer nel 2022 è molto più complesso rispetto a altri anni come il 2010 o il 2015. Il mercato si è evoluto e per avere successo bisogna avere delle solide conoscenze sulle quali basare il proprio percorso. E qui di seguito ti mostrerò quali sono le conoscenze più basiche richieste a un nuovo Front End Developer e quali sono invece quelle più avanzate per diventare un Senior Front End Developer.

Avrai quindi intuito che questo roadmap non è solo per chi sta apprendendo adesso e vuole diventare Front End Developer. Anzi, può essere preso in considerazione anche da chi vuole migliorare la propria posizione conoscendo quali sono le tecnologie più richieste.

Il Networking nel Front End Developer Roadmap: il primo passo

Non esiste meccanico al mondo che non conosca come le diverse componenti del motore entrano in sinergia e comunicano tra loro. Per questo non puoi diventare un Front End Developer senza sapere come funziona il web e come i dati vengono scambiati tra un client e un server.

Ho deciso quindi di iniziare questo Front End Developer Roadmap dalla comprensione dell'architettura di Internet. La reputo molto importante per conoscere le componenti che entrano in funzione quando i dati raggiungono la nostra pagina web, proprio come un meccanico che analizza quali sono gli elementi coinvolti nella combustione delle benzina che permetterà alla macchina di spostarsi.

Non andremo molto nel dettaglio ma una visione a alto livello ci permetterà di raggiungere il nostro obiettivo.

Secondo una mia opinione, queste sono le domande alle quali un Front End Developer dovrebbe rispondere, per trovarsi a suo agio nello sviluppo di qualsiasi tipo di applicazione:

  • Cos'è il modello TCP/IP Model? Il funzionamento di Internet si basa su questo modello e conoscerlo è molto consigliato, sin dall'inizio. Un suo studio ci aiuterà nel comprendere alcuni protocolli come IP, HTTP, TCP, UDP, FTP, SMTP e WiFi, giusto per menzionarne alcuni. Un Front End Developer dovrebbe conoscere a cosa si riferiscono i protocolli precedentemente citati e su quali sistemi su basa Internet.

  • Cos'è il protocollo HTTP? Sapresti spiegare brevemente cosa indica quella dicitura che compone un indirizzo web?

  • Come funziona un browser? Utilizziamo i browsers quotidianamente come punto di accesso principale al Web. Ma cosa c'è dietro il reperimento di una risorsa web che sia una pagina o una semplice foto?

  • Cos'è un DNS? Un Front End Developer dovrebbe aver chiaro cos'è un DNS dato che è strettamente legato alle risorse e alle chiamate HTTP che vengono effettuate per ottenere i dati da mostrare in una pagina web.

  • Cos'è un CDN? I Content Delivery Networks sono molto diffusi oggigiorno per la loro importanza nel miglioramento del rendimento dei siti. Ed è per questo che fa parte senza alcun dubbio del Front End Developer Roadmap del 2022.

  • Cos'è una REST API? Un Front End Developer prima o poi avrà a che fare con la lettura dei dati provenienti dal server. La REST Api è uno dei pattern principali e maggiormente diffusi per la creazione di una API. Di conseguenza, dovrai apprendere i principi di questo contratto.

  • Cosa sono le chiamate Cross Origin (CORS)? Quando il lato cliente di un sito appartiene ad un host differente rispetto al lato server, ci scontriamo con le cosiddette chiamate CORS. Saperle gestire e ovviare a questo problema è uno degli obiettivi di un Front End Developer.

Questa sezione potrebbe essere la più sottovalutata da tanti Front End Developer ma è la più richiesta quando si parla di conoscenze trasversali. Questo tipo di conoscenze sono quelle che contribuiscono alla seniority di uno sviluppatore. È per questo che non potevo non parlarne nel Front End Developer Roadmap 2022.

Nella prossima sezione parleremo invece dell'HTML e del CSS.

L'HTML e il CSS nella Roadmap per gli sviluppatori Front End

Essere un Front End Developer non significa solo progettare un sito web. È molto di più. Significa comprendere le esigenze dell'utente finale e le esigenze di prestazioni della piattaforma. Per fare ciò, il Front End Developer deve prima padroneggiare l'HTML, al fine di fornire una pagina valida, performante e accessibile.

Di seguito puoi trovare gli argomenti HTML più importanti da conoscere secondo la mia esperienza:

  • Cosa e quali sono i tag semantici
  • Come creare, inviare e convalidare un modulo HTML
  • Cosa s'intende per accessibilità di un sito web?
  • Quali sono le nesting conventions per costruire correttamente gli elementi del documento?

Inoltre, uno sviluppatore Front End ha bisogno di sapere come progettare la pagina con il CSS e qui di seguito puoi ottenere i migliori argomenti su cui indagare:

  • Quali sono le regole e i selettori?
  • Cosa s'intende per specificità?
  • Cosa sono i design Flex e Grid?
  • Come si creano le animazioni CSS?

Dopo aver introdotto le nozioni principali in ambito HTML e CSS, passiamo al prossimo step del Front End Developer Roadmap 2022: JavaScript ed ECMAScript.

Impara JavaScript e le ultime versioni di ECMAScript

JavaScript è il linguaggio di programmazione che rende possibile l'interazione in qualsiasi sito web. Una piattaforma senza JavaScript è totalmente statica senza alcun gestore di eventi o interazioni. ECMAScript, invece, è lo standard su cui si basa JavaScript. Ogni anno, dal 2015, abbiamo una nuova versione di ECMAScript e offre molte funzionalità che ogni browser può supportare.

Tuttavia, studiare e saper programmare con JavaScript può essere facile ma complesso allo stesso tempo per l'eccessivo dinamismo e la mancanza di una struttura determinata. Per questo ho deciso di riassumere i punti principali che un Front End Developer deve approfondire su JavaScript:

  • Cos'è JavaScript e quali sono le sue caratteristiche? Indaga sul tipo di linguaggio e le sue proprietà.
  • Quali sono i tipi di dati JavaScript?
  • Come posso gestire i loop in JavaScript? Un Front End Developer deve padroneggiare tutti i loop principali come for loop, do while, while.
  • Come posso gestire le date in JavaScript?
  • Quanti operatori condizionali esistono in JavaScript?
  • Come effettuare un corretto debug del codice?
  • Come effettuare le chiamate HTTP? Comprendere come utilizzare l'API fetch e la libreria axios.
  • Quali sono i Design Pattern più importanti? In un Front End Developer Roadmap non possono mancare i seguenti: singleton, service, factory, revealing module.
  • Qual è la differenza tra una libreria e un framework?
  • Come scrivere correttamente un test unitario e un test end-to-end?

Una volta aver completato tutti i punti precedenti, puoi passare all'analisi delle ultime versioni di ECMAScript apprendendo quali sono le modifiche più importanti dal 2015 ad oggi in JavaScript.

Il ruolo fondamentale di TypeScript nella Roadmap degli sviluppatori Front End

Nel Front End Developer Roadmap 2022 non possiamo non inserire TypeScript. È un linguaggio di programmazione fortemente tipizzato che si basa su JavaScript. Poiché JavaScript è un linguaggio di programmazione dinamico e debolmente tipizzato, TypeScript consente a uno sviluppatore Front End di lavorare con i tipi in fase di compilazione fornendo un codice migliore e più stabile. Dal 2018 molte aziende hanno compreso l'importanza di includere TypeScript nel proprio stack tecnologico.

Quindi, è molto consigliato iniziare a lavorare con TypeScript non appena si raggiunge un buon livello in JavaScript.

Le librerie UI Front End e i framework più utilizzati

Una delle cose più difficili per un Front End è capire la differenza tra una libreria e un framework.

In breve, una libreria è un insieme di utilità che nascondono una logica più complessa, esponendo delle funzioni più semplici.

D'altra parte, un framework è definito come un modo più rigoroso per costruire un'applicazione seguendo un elenco di regole. Ad esempio un framework JavaScript, come Angular, ti consente di costruire la vista dell'app seguendo le loro regole sul ciclo di vita dei componenti, dei servizi o delle dipendenze. Possiamo parlare di modelli piuttosto che di piccole funzioni.

Quindi, se una libreria è un serie di funzioni che semplificano delle funzionalità più complesse, un framework viene considerato come un modello per costruire viste o logiche più complesse.

Ora che sappiamo quali sono le differenze, l'ultima cosa che resta da fare è decidere quale usare. E se ti dicessi che ci sono migliaia di librerie e dozzine di framework JavaScript? Inizierai a indagare da solo quali sono i più utilizzati o hai bisogno di un aiuto? Dato che mi sento buono, ho creato una lista dei più utilizzati:

  • React: è la libreria più utilizzata per creare componenti dell'interfaccia utente gestendo il loro ciclo di vita;
  • Angular: è il framework JavaScript più diffuso e utilizzato per costruire interfacce utente complesse;
  • VueJS: un altro ottimo framework JavaScript che diventerà tra i più utilizzati.

Impara Git come gestore del controllo della versione

Per tenere traccia di qualsiasi progetto è molto importante avere una lista di tutte le versioni. Tutte le modifiche che apportiamo dovrebbero essere registrate in qualche modo. Questo è lo scopo dei controlli di versione come Git. Padroneggiarlo è un must per qualsiasi sviluppatore!

Qualsiasi progetto che fai, anche per te stesso, dovrebbe essere sottoposto a versionamento e caricato su qualsiasi piattaforma come GitHub o Bitbucket. Funzionano come un servizio di hosting per il tuo codice.

Consiglio di approfondire i seguenti comandi, eseguibili da terminale, invece di usare direttamente le interfacce utente git:

  • git add, git commit, git push, git stash, git reset
  • git pull, git merge, git rebase, git fetch

Al termine dello studio di Git, dovremmo avere chiaro cos'è una pull request e come utilizzare .gitignore. Informazioni molto basilari per entrare nel mondo di Git il più velocemente possibile.

I build tools di un Front End Developer

Gli strumenti di compilazione Front End ti aiutano nell'automazione di processi specifici per creare la tua app. Possiamo includere la minimizzazione del codice, la gestione delle dipendenze o l'ottimizzazione delle risorse. Là fuori molte librerie vengono utilizzate per eseguire quasi le stesse cose, ma ce ne sono alcune migliori delle altre. Di seguito puoi trovare i build tools del Front End più di tendenza e più utilizzati:

  • Webpack: ha già un paio d'anni ed è il bundler/task runner più utilizzato per le applicazioni JavaScript.
  • Rollup: è un bundler molto recente che utilizza le importazioni ES invece di CommonJS o RequireJS per la gestione dei moduli.
  • Gulp: è uno dei più maturi insieme a Grunt nel campo dei task runners. È altamente personalizzabile e dovresti sapere almeno come funziona perché potresti trovarlo facilmente in qualsiasi progetto legacy (progetti non aggiornati).

Ora che abbiamo la nostra app pronta e ben costruita, testiamo le sue prestazioni nella sezione seguente.

Gli strumenti per le prestazioni nella Roadmap degli sviluppatori Front End

Ci sono molti strumenti per testare le prestazioni di un'app. Dipende molto dall'ambito e dalle tecnologie utilizzate come Angular o React. Inoltre, ci sono alcune metriche comuni da tenere in considerazione che sono chiamate Core Web Vitals. Queste metriche includono lo spostamento del layout, il primo byte inviato al client, la risposta del server, la quantità di byte scaricati dall'utente, la quantità di codice non utilizzato e molto altro.

È molto importante testare costantemente un'applicazione su diverse piattaforme per verificare quali sono i nostri punteggi di Web Vitals. Di seguito ho elencato le piattaforme più utilizzate e affidabili:

  • PageSpeed ​​Insight: direttamente da Google abbiamo una piattaforma davvero interessante che può darci molte informazioni sulla nostra pagina. C'è anche un'implementazione locale chiamata Lighthouse a cui è possibile accedere dalla Developer Console durante lo sviluppo locale.
  • WebPageTest: una piattaforma altamente personalizzabile per testare la nostra app in diverse condizioni: velocità della rete, località e browser. Molto consigliato per consolidare le metriche precedenti provenienti dal PageSpeed ​​Insight.

Ce ne sono molti di più, ma in base alla mia esperienza, le due sopracitate sono le più affidabili e ci proporzionano dati sufficienti.

Una volta che abbiamo compreso come misurare le prestazioni della nostra piattaforma, nella prossima sezione vediamo come migliorarle studiando le differenze tra le tipologie di rendering di un'applicazione.

I metodi di rendering dell'applicazione: Server-Side Rendering, Client-Side Rendering e Static Static Generation

In questo Front End Developer Roadmap del 2022 comprendere il Server-Side Rendering è fondamentale. E ancor di più paragornarlo ad altri metodi come il Client-Side Rendering e lo Static Site Generation.

Ogni web può essere renderizzata in diversi modi e ogni metodo ha un impatto sulle prestazioni. Quindi, è molto importante sapere qual è l'obiettivo della piattaforma web al fine di utilizzare il metodo più appropriato.

Fatta questa premessa, iniziamo ad analizzare cos'è il Client-Side Rendering.

Che cos'è il rendering lato client?

Il Client Side Rendering è il metodo di rendering più comune per un'applicazione Front End. Consiste nel renderizzare l'applicazione, principalmente la prima pagina richiesta, lato client. Le prime chiamate HTTP si verificano lato client e la costruzione della pagina altrettanto. Questo metodo può essere la soluzione perfetta, ad esempio, per applicazioni interne. Ma potrebbe non adattarsi se vuoi che l'applicazione venga caricata istantaneamente, ad esempio quando il tuo obiettivo è un miglioramento delle prestazioni per l'ottimizzazione dei motori di ricerca. Già sai a cosa mi riferisco? Non preoccuparti perché c'è una sezione dedicata poco dopo.

Il risultato finale e le prestazioni di questo metodo dipendono dal dispositivo client per due aspetti principali:

  • La potenza della CPU per completare le istruzioni necessarie per costruire l'interfaccia utente
  • La velocità di rete per collegarsi al server per le prime chiamate HTTP

Quindi, se hai un'applicazione di pubblico accesso e il tuo obiettivo sono le prestazioni, questo non è il metodo più indicato da utilizzare perché dipende troppo dalle capacità del dispositivo dell'utente finale che per ovvie ragioni non è gestibile.

Approfondito il Client Side Rendering, passiamo all'analisi di uno dei metodi che sta ritornando di moda: il Server-Side Rendering.

Che cos'è il Server-Side Rendering?

Come probabilmente avrai capito, il primo rendering di un'app che utilizza questo metodo sta avvenendo sul server. Sarà incaricato di costruire la prima vista in formato HTML che verrà consegnata all'utente finale. Quindi, tutte le prime istruzioni e le chiamate HTTP necessarie all'app per caricare la pagina richiesta, vengono eseguite nel server. Questa soluzione è molto potente perché il primo rendering, il più importante ad esempio ai fini SEO, non dipende dal dispositivo client.

L'ultimo tipo di rendering sarà invece lo Static Site Generation che vedremo in dettaglio nella prossima sezione.

Cos'è la generazione di siti statici?

Utilizzando questo metodo, le pagine vengono create in fase di creazione del cosiddetto bundle, ovvero del pacchetto finale della nostra applicazione. Da qui il nome di generazione di siti statici. Tutti i dati di cui una pagina ha bisogno vengono richiesti in fase di compilazione e quindi la pagina viene servita in modo statico quando richiesto. La differenza principale con il metodo di rendering lato server è che l'app non esegue il rendering della pagina quando l'utente la visita. È già costruita e viene immediatamente inviata all'utente. Questo metodo non è molto consigliato quando i nostri dati cambiamo frequentemente in quanto la versione già creata nel nostro server utilizzerà i dati che vi erano nel momento della creazione del bundle.

Ora che abbiamo descritto e compreso le differenze tra i tre metodi di rendering principali, entriamo in un'altra sezione interessante che parlerà di una delle ultime librerie e tecnologie che sta riscuotendo molto successo ora: GraphQL.

GraphQL nel Front End Developer Roadmap 2022

GraphQL è una delle librerie che più successo ha avuto negli ultimi anni. Qui di seguito puoi vedere l'evoluzione in termini di adozione che questa tecnologia ha avuto negli ultimi cinque anni:

GraphQL Trend - Ultimi 5 anni

Dall'immagine sopra puoi notare quanto sia importante conoscerlo. GraphQL è una tecnologia davvero di prim'ordine che ti consente principalmente di aggregare, filtrare e ordinare i tuoi dati provenienti dal server.

Entriamo in un esempio pratico: la tua pagina principale contiene ad esempio diverse entità e per costruirla devi effettuare la stessa quantità di chiamate a seconda dei tipi di entità. Ecco come funziona un'API REST. Ogni chiamata ha un viaggio di andata e ritorno che costa tempo: il roundtrip. Una delle metriche più importanti da tener a mente.

Quindi, come posso fare solo una chiamata per ottenere tutte quelle entità? GraphQL è la risposta. Infatti GraphQL sta per Graph Query Language perché navighi attraverso i nodi delle tue entità come se il tuo server fosse un grafo. Dall'altro lato il server avrà anche un'implementazione di GraphQL solo per fornire gli schemi ed essere d'accordo con il client su quali tipi di dati sono disponibili.

Ora, senza aggiungere ulteriori informazioni, vediamo la sezione che parla di qualcosa che ho già menzionato: l'ottimizzazione per i motori di ricerca.

I principi SEO per uno sviluppatore Front End

Ci stiamo addentrando in una delle sezioni più interessanti e richieste del 2022: il Search Engine Optimization.

L'ottimizzazione per i motori di ricerca, o comunemente denominata SEO, è un'insieme di tecniche per classificare al meglio la nostra pagina sui motori di ricerca. Se vogliamo apparire prima dei nostri concorrenti nei risultati di ricerca, dobbiamo concentrarci sui nostri contenuti e sulle prestazioni del nostro sito web. A meno che tu non sia disposto a pagare per la pubblicità, ma questo è un altro discorso.

Se il contenuto di una pagina è generalmente gestito dal dipartimento di Contenuti dell'azienda, il lato tecnico per il miglioramento delle prestazioni è affidato al Front End Developer. Nel Front End Developer Roadmap 2022 ho deciso di includere il processo che io stesso utilizzo quando è il momento di apportare alcuni miglioramenti SEO:

  • Tieni traccia dei punteggi della tua pagina attuale: puoi utilizzare PageSpeed ​​Insight e WebPageTest, ottenere tre test ciascuno e calcolare una media. Prendi nota e conservala per l'iterazione successiva.
  • Leggi e applica i suggerimenti SEO: PageSpeed ​​Insight ti fornisce alcune idee per migliorare i tuoi Core Web Vitals.
  • Confronta i tuoi miglioramenti con i punteggi precedenti.

Adesso in breve analizzeremo cosa dovresti migliorare a livello più tecnico in base sempre alla mia routine:

  • Aumentare la velocità del server: a volte non è possibile a causa dei costi ma vale la pena ricordare che questo è davvero un ottimo investimento.
  • Scegli il giusto metodo di rendering: il metodo di rendering lato server è il più utilizzato ma puoi utilizzare anche lo Static Site Generation. Evita però il metodo di rendering lato client.
  • Comprimi e ridimensiona le tue immagini: prova a fornire le immagini compresse e ridimensionate adattate al dispositivo dell'utente.
  • Usa le ultime estensioni di immagine: converti le tue immagini negli ultimi formati WEBP o Avif che supportano la compressione senza perdita di qualità.
  • Riduci le dimensioni del bundle JavaScript e CSS: rimuovi il codice non utilizzato o trasforma in modo più efficiente le tue istruzioni per fornire meno bytes.
  • Costruisci i tuoi elementi visuali in maniera efficiente: evita un ricalcolo di tutto lo stile nel caso un elemento cambi improvvisamente posizione. Tutto si propagherà come in una catena.
  • Aggiorna il tuo font senza causare problemi: nel caso utilizzi un font esterno assicurati di mostrare comunque il contenuto durante il caricamento del tuo font.
  • Riduci il numero di chiamate: se stai facendo troppe chiamate HTTP, indaga il motivo e prova ad aggregarle o a posticiparle dove è possibile.

La parte del SEO meriterebbe un'indagine molto più dettagliata ma questo articolo è focalizzato a dare una prospettiva generale su ciò che è incluso nella Roadmap per gli sviluppatori Front End per il 2022. Quindi, approfondirò la parte del SEO applicata al Front End in un altro articolo, per entrare adesso nell'ultima sezione che ritengo molto utile per chi vuole essere un Front End Ninja.

Impara Figma come sviluppatore Front End

Come ultima aggiunta al Front End Developer Roadmap 2022 abbiamo Figma. È uno strumento di prototipazione gratuito che puoi utilizzare direttamente dalla pagina ufficiale. Ho deciso di inserirlo qui perché è molto utilizzato in molte aziende e spesso è molto utile sapere come funziona. Premetto che è utilizzato principalmente dal dipartimento di disegno ma un po' di conoscenze trasversali non fanno mai male.

Grazie a questo strumento puoi progettare le pagine e i componenti della piattaforma che stai sviluppando e poi esportare i dati come preferisci: svg, css, html e molti altri formati. È un ponte tra un designer e un Front End e quest'ultimo dovrebbe essere in grado di navigare attraverso lo strumento e perlomeno saper esportare i dati.

Siamo giunti alla fine di questo articolo. È il momento di tirar un lungo respiro e rilassarsi. Anche per me è stata dura tra scrittura, revisione, indagini SEO e quant'altro ma alla fine spero che questo Front End Developer Roadmap 2022 possa aiutarti il più possibile.

Nel caso in cui sei rimasto/a affascinato/a dal lavoro di un Front End developer e sei interessato/a a iniziare una nuova carriera come Front End developer, posso aiutarti. Ho creato un corso per aiutarti a diventare Front End Developer o per approfondire il linguaggio di programmazione JavaScript con maggiori dettagli. Compra il corso completo qui adesso con il 40% di sconto. I contenuti partiranno dalle basi di JavaScript fino ad un livello più avanzato. Parleremo di testing, del protocollo HTTP, delle diverse versioni di ECMAScript e tante altre cose che puoi consultare sulla web. Nella versione completa avrai la mia assistenza a disposizione, tanti quiz, il materiale in PDF e un meeting finale. Se non fossi interessato alla versione completa, avrai la possibilità di acquistare la versione più economica che non comprende questi ultimi citati vantaggi. Puoi acquistare la versione Basic qui.

Ora è il momento di concludere. Ti ricordo che se ti è piaciuto questo articolo e vuoi supportarmi, puoi seguire questi semplici passaggi facili e gratuiti:

  1. Lascia un mi piace cliccando sull'icona del cuore qui sotto;
  2. Condividi questo post sui tuoi account social o con i tuoi amici;
  3. Seguimi su Instagram, Facebook, Twitter e su Github;
  4. Iscriviti alla newsletter qui sotto per non perderti nessun articolo, sconto o gossip (ce ne saranno tanti).

Grazie mille per l'attenzione e ti auguro una buona giornata!

Articoli consigliati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le ultime novità sul mondo della programmazione, sconti sui corsi di programmazione e altri contenuti pubblicati sulla piattaforma.
Riceverai subito uno sconto del 10%.